giovedì 8 aprile 2010

La prima volta da cuckold.. da "appunti di un cornuto"

Ciao amore dove sei?
Cosi iniziò la mia prima volta da cuckold senza essere presente.
Era un venerdì sera e mi ha telefonato per dirmi che tardava un po’ più del solito, io gli chiesi dov’era e lei prontamente mi disse <
>. Al momento non capii che cosa intendesse e non diedi troppo peso alla cosa, aspettai il suo ritorno assorto nei pensieri della quotidianità. Dopo quasi un’ora gli scrissi un sms per sentire se stava rincasando anche perché era quasi ora di cena di un venerdì qualunque senza impegni particolari per la serata. Non feci l’ora di inviarglielo che sentii le chiavi della porta, << Ciao amo come stai?>> bene risposi come vuoi che stia ci siamo sentiti un’ ora fa. La guardai era frizzante e raggiante di luce propria, una miscela di entusiasmo adolescenziale e finta circostanza cominciai con dei complimenti ai suoi capelli e che apprezzò molto ma chiedendomi se ne ero sicuro.. poco dopo mi chiese se quella sera poteva uscire con il suo bull, io stupito e un po’ divertito gli dissi ma amore tu non hai un bull.. premetto che nelle nostre fantasie ce ne sono tanti ma nella realtà nessuno soprattutto nel vero senso del significato storie . Altre storie con qualche ragazzo che abbiamo messo nei nostri giochi si, o anche qualche serata fatta all’insegna dello scambio ma mai lei era uscita solamente e per una sera con un’ altro uomo. Era sempre capitato con me presente. Appena detto non ci feci caso anzi pensavo scherzasse, ma nemmeno un’ attimo sentii le famose parole non sto scherzando! me lo hai sempre detto che ti sarebbe piaciuto e a me questo eccita per lo più questo tipo mi piace e mi ha chiesto se stasera potevo bere una cosa con lui ed io gli ho risposto di si.. credevo avere anche il tuo consenso? In quel momento mi resi conto e bene della situazione e mi assalirono pensieri misti tra gelosia e paura di perderla da una parte e un’ eccitazione che avevo già il cazzo che dire duro è riduttivo dall’altra. Gli chiesi subito chi era e dove andavano a “ bere qualcosa” lei con un sorriso mi disse che lo conoscevo ed era già da un po’ che la tormentava per potergli offrire da bere e che andavano in un pub non molto distante da casa nostra.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento